Hechuan, granaio di Chongqing

Non mi perdo in inutili dettagli, per le piccole cose basta fare un frullato delle cose che ho scritto negli ultimi mesi. Solito tran tran, vita densa e piena di impegni, overburn da studio, amicizie.

Scrivero’piuttosto due righe sul viaggetto che mi sono fatto in questo weekend. La destinazione, questa volta, era Hechuan, contea di Chongqing a un’oretta di autobus dalla stazione. O meglio, la destinazione era la campagna di Hechuan, luogo di misteriosa bellezza e di contradditoria geografia, dove le strade si aprono come dita e i campi ricoprono le colline come mantelli.

Il riso è una specialità locale. Qualità veramente eccellente. Non ho mai visto campi di viso cosi’a perdita d’occhio, quasi onnipresenti, al punto che gli altri prodotti della terra locale appaiono secondari. Altra specialità locale sono dei pezzi di carne impanata, a volte accompagnati da salsa dolce, deliziosi. Nome? Hechuan Roupian 合川肉片. Al di fuori della contea, potrete trovare altri piatti con lo stesso nome. In realtà, spesso si tratta di robe completamente diverso, nome preso a prestit per attirare clienti a cui verrà rifilato un piatto random di carne e salsina.

Anche i dolcetti da queste parti non sono niente male. Sono piuttosto famosi i taopian 合川桃片, sfogliatine dolci dala consistenza difficilmente descrivibile. E tante altre sciccherie, che non vale la pena di raccontare.

Ho dormito in una fortezza medievale in mezzo alla campagna (!), per riposarmi del lungo viaggio a piedi. Da quelle parti, non esistono praticamente autobus, per cui e sei cosi folle da voler andare a Tianshengzhai 天生寨 devi fartela a piotti. Ne vale la pena, se non altro per il piacere di attraversare luoghi cosi’meravigliosi. Colline immerse nella nebbia, alberi torreggianti che emergono dal nulla, contadini che cantano canzoni popolari mentre arano la terra…

La nebbia sembra non levarsi mai da Hechuan, la ricopre interamente, è una cappa imprescindibile che è la cifra della regione e la sua identità. E forse è meglio cosi’, considerato che la città in sè è decisamente orribile, persino peggio della città cinese media. Cemento entropico e traffico soffocante, autobus scarsi e pedoni frustrati. La sorella minore di Chongqing.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Hechuan, granaio di Chongqing

  1. Tommi ha detto:

    FOTO FOTO FOTO FOTO FOTOOOOOOO!!!!!

  2. Ayeye ha detto:

    Ciao Gaudi!
    Ma che ci fai in Cina?? Non facevi prima ad andare in via Paolo Sarpi a Milano?? Ce ne sono più di lì che in Cina!!🙂
    Mi sto leggendo tutte le cose che hai scritto…
    Grande Gaudi!!
    Fai il bravo mi raccomando! E continua a scrivere!
    ciao ciao!

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...